Torre Faro e la repubblica delle banane

Ieri sera all’ingresso dell’ex area Sea Flight di Torre Faro, davanti agli occhi increduli della gente del posto, si è compiuto l’ennesimo atto di forza e di inciviltà in spregio al rispetto delle regole e della convivenza civile. Alcuni balordi, infatti, si facevano leciti divellere – come d’altronde avevano già fatto nelle sere precedenti – il catenaccio apposto alla transenna ad archetto – pure tolta – che blocca l’ingresso carrabile nella suddetta area.
La decisione di chiudere al transito delle autovetture la summenzionata area, come quelle antistanti il Pilone ed il Lanternino – quest’ultima ancora ed incomprensibilmente aperta al transito veicolare -, come è noto, era stata assunta a seguito della emanazione dell’ordinanza comunale n. 600 del 18.07.2015, che, evidentemente, sembra non riguardare i suddetti contravventori che, armati di accetta e mazza, incuranti delle proteste delle persone presenti, provvedevano, a rimuovere l’antieconomico ostacolo. Gli autori della violazione, infatti, qualificatisi, dipendenti/collaboratori del lido ubicato nelle adiacenze dell’area, stante l’incalzare dei presenti, che chiedevano spiegazioni per l’inconsulto gesto, rivendicavano improbabili autorizzazioni che sarebbero state concesse dal Sindaco al titolare della suddetta attività balneare, nonchè ad una non meglio identificata fondazione. Le suddette giustificazioni, tuttavia, non convincevano gli ostinati astanti che, telefonicamente, chiedevano, invano, l’intervento delle competenti autorità (Capitaneria/Demanio) che, tuttavia, a distanza di qualche ora, garantivano ai solerti ed imperterriti denuncianti un odierno sopralluogo per far luce sulla vicenda.
Laconiche e pungenti le parole di uno degli indignati presenti “le ordinanze sono emanate per essere rispettate e, soprattutto, per essere fatte rispettare, cosa quest’ultima che dalle nostre parti, evidentemente, accade di raro o, addirittura, mai, e  ciò solo per difendere gli interessi economici di privati”.
Per chi non lo sapesse, l’espressione dispregiativa “repubblica delle banane” è spesso usata per affermare la sottomissione di uno “stato”, che dovrebbe essere sovrano, alle ingerenze politiche ed economiche di soggetti esterni.
A BUON INTENDITORE POCHE PAROLE

Risultati immagini per area sea flight torre faro

Loading...
WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: